Bruxelles e Magritte

Ciao!

Proseguendo con i nostri consigli riguardanti i viaggi, oggi è il turno di Bruxelles e di Magritte.

Come vi avevo preannunciato quest’estate ho passato due settimane girando il Belgio e l’Olanda, scoprendo posti in cui non ero mai stata.

Devo ammettere che mi sono innamorata di Bruxelles, Bruges (o Brugge) e Amsterdam (presto parleremo anche delle altre città, lo prometto).

Bruxelles, capitale d’Europa e del Belgio, è una città multiculturale e piena di vita. 

Ho avuto la fortuna di andare proprio nei giorni in cui è stato allestito il Tappeto di Fiori (Tapis de Fleurs), una tradizione nata nel 1961 che si ripete ogni due anni in cui la Grand-Place della città viene ricoperta di begonie che formano di volta in volta un disegno differente. L’illuminazione rende il tutto più magico. Immaginatevi un pavimento di 1800 metri quadrati ricoperto da 750000 fiori: uno spettacolo indescrivibile!

Hi!

Going on with our advice about travelling, today is the turn of Bruxelles and Magritte.

As I told you before, I spent two weeks this summer going around Belgium and Holland, finding new places I had never been to.

I have to admit that I fell in love with Bruxelles, Bruges (or Brugge) and Amsterdam (I’ll tell you about these cities very soon, don’t worry).

Bruxelles, capital of Europe and of Belgium, is a multicultural and full of life city.

I was lucky enough to go to Bruxelles when there were the Flower Carpet (Tapis de Fleurs), an old tradition started in 1961 that takes place every two year in which the Grand-Place is covered by a lot of begonies that every time draw a different drawing. The illumination makes everything more magic. Imagine a 1800 square meter floor covered by 750000 flowers: it’s something unbelievable!

IMG_2087

IMG_2240

Nella periferia Nord di Bruxelles è possibile godere di una vista mozzafiato grazie all’Atomium situato nel Parco Heysel, una struttura molto particolare che rappresenta un cristallo di ferro ingrandito 165 miliardi di volte. In ognuna delle 9 sfere si ha la possibilità di vedere mostre e assistere a convegni e conferenze. Esso venne costruito per l’Esposizione Internazionale del 1958: avrebbe dovuto avere vita breve come la Tour Eiffel ma, fortunatamente, così non è stato.

In the northern part of the city it’s possibile to enjoy a breath-taking view thanks to the Atomium located in Heysel Park, a very particular structure that represents an iron crystal enlarged 165 billions of times. In all the 9 spheres they give you the chance to see exhibitions and to take part in conferences. It was built for the International Exposition in 1958: it was supposed to have a short life like the Eiffel Tower but, luckily, they didn’t destroy it.

IMG_2115

Un’altra parte della città sicuramente da visitare è l’Ilot Sacrè, l’Isola Sacra, il quadrilatero che si trova alle spalle della Grand-Place. Questa zona è indipendente dal resto della città e si autogoverna dal 1960. Oltre a fare un giro per le viuzze molto caratteristiche, è d’obbligo passeggiare nelle Saint-Hubert Galleries, una galleria di 200 metri, coperta, costruita a metà Ottocento. Agli inizi era luogo di ritrovo per artisti e letterati francesi come Baudelaire, Victor Hugo e Alexandre Dumas.

Another part of the city that you have to visit is the Ilot Sacrè, the quadrilateral that is located behind the Grand-Place. This part is independent from the rest of the city and it self-rules from 1960. Beyond doing a tour of the small streets that are very typical, you have to walk through the Saint-Hubert Galleries, a 200 metres gallery built in the half of the 17th century. At the beginning it was a place of meeting for French artists and literatus like Baudelaire, Victor Hugo and Alexandre Dumas.

IMG_2297

Uno dei simboli della città di Bruxelles è una fontana in bronzo raffigurante un bambino che fa pipì, chiamato Mannequin Pis, che si trova poco distante dalla Grand-Place ed è uno dei monumenti più fotografati della città. Nel corso degli anni il bambino ha ricevuto in regalo più di 600 vestiti che indossa in occasioni speciali. Come vi ho raccontato sono andata proprio durante il Tapis de Fleurs, per questo il bambino è vestito con questo carinissimo costume. 

In giro per la città si possono trovare anche delle altre versioni del Mannequin Pis come Jeannenke Pis, la versione femminile e ben più recente della statua simbolo, e il cane che fa pipì.

One of the symbol of the city is a fountain made of bronze that represent a child who is pissing, called Mannequin Pis. It’s located not so far from the Grand-Place and it’s one of the most photographed monument of the city. During the years this child has received as a gift more than 600 costumes that it wears on special occasions. Like I told you I went to Bruxelles during the Flower Carpet so this is why it was dressed with this cute costume.

Around the city you can find other versions of the Mannequin Pis like Jeannenke Pis, the feminine and most recent version of the original fountain, and the dog who is pissing.

IMG_2270

Per quanto riguarda il cibo, invece, non potete assolutamente perdervi Chez Leon, un ristorante davvero caratteristico in cui mangiare il piatto nazionale belga per eccellenza: cozze e patatine fritte (fr. moules et frites, non osate chiamarle french fries perché si offendono). Se vi piacciono i sapori decisi vi consiglio di prendere le cozze al Roquefort e pancetta (tanto per stare leggeri…), accompagnate dalla birra Leon, una birra particolare che è possibile assaggiare solo in questo ristorante.

Talking about food, you can’t miss Chez Leon, a very typical restaurant in which you can eat the national Belgian dish: mussels and fries (fr. moules et frites, don’t dare to call them french fries because they don’t like it). If you like strong flavours I suggest you to order mussels with Roquefort and bacon (just to be on a diet…), together with Leon beer, a particular type of beer that you can taste only in this restaurant.

(Foto chez leon)

Parlando di shopping

Ultimo ma non per questo meno importante, il museo di Magritte.

 Last but not least, the Magritte museum.

IMG_2323

Aperto nel giugno del 2009, ospita la più grande collezione di opere al mondo del famoso pittore surrealista.

Si possono vedere più di 200 opere distribuite su tre livelli, ognuno dei quali racconta una fase artistica del pittore. Molte delle opere sono donate o in prestito quindi c’è un certo ricambio che garantisce comunque una panoramica completa sull’artista.

Qui potete vedere la collezione.

Opened in June 2009, it hosts the biggest collection of works of art made by the famous surrealist painter.

You can see more than 200 works on 3 levels, each one of them tells about an artistic moment of the artist. Many of the pieces are there as a gift or just in loan so there is a turn-over that guarantees a complete pan on the artist.

Here  you can see the collection.

Magritte, nato nel 1898, è fonte d’ispirazione anche per molti designer.

Opening Ceremony gli ha dedicato una capsule collection. Qaunto sono belle queste Vans? Personalmente le adoro!

Magritte, born in 1989, inspired also a lot of designers.

Opening Ceremony dedicated to him a capsule collection. Do you like these Vans? Personally I love them!

Anche Manolo Blahnik si è lasciato ispirare dal pittore surrealista e ha creato queste particolarissime scarpe.

Manolo Blahnik too let himself being inspired by the famous surrealist painter and designed these very particular shoes.

Non solo! Come potete notare, infatti, Magritte ha dato il suo contributo anche per quanto riguarda l’arredamento.

Not only! As you can notice, in fact, Magritte gave his contribute also for the furniture.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...