(Nella moda) Le dimensioni contano!

 Ciao a tutti!

Come potrete notare camminando per le strade della vostra città, moltissime ragazze indossano gonne lunghe e maxi dress, in vari colori e abbinate in diversi modi.

Pare che questa moda sia molto versatile in quanto, con qualche piccolo accorgimento, si adatta ad ogni tipo di fisicità e a tutte le età.

Da Zara, H&M ecc potete trovare le vostre gonne e i vostri vestiti a prezzi stracciati, ma il trucco sta nel trasformare un capo cheap in un outfit ricercato ed elegante.

Ecco quindi qualche piccolo consiglio per sfoggiare al meglio i vostri nuovi acquisti!

Partiamo dalle gonne. In commercio se ne trovano generalmente di due tipi, o completamente lunghe, oppure corte davanti e lunghe dietro.

Le prime sono più sportive, soprattutto se realizzate in un tessuto strecht, e possono benissimo essere abbinate ad una t-shirt e delle sneakers per un look da giorno.

Se invece il tessuto della vostra gonna è più leggero e colorato (generalmente con delle trasparenze e un sottogonna), allora il capo è più formale e un paio di ballerine e una camicetta saranno l’abbinamento perfetto.

Le gonne con diverse lunghezze sono invece più formali ed è preferibile indossarle con dei tacchi alti per allungare le vostre gambe.

Trucco: se il vostro giro vita non è dei migliori, non infiliate la maglietta nella gonna o rischierete di evidenziare i rotolini! Una camicetta morbida sarà l’ideale.

Hello everyone!

As you can see by walking in the streets of your city, a lot of girls wear colourful long skirts and full dresses.

It seems that this mode is very adaptable because, with few tricks, you can wear them with every kind of body and at every age.

By Zara and H&M you can find your cheap skirts and dresses, but the magic is to tranform them in a very elegant outfit.

So here you are a few secrets to wear your new clothes!

Lets start from skirts. We can find 2 kind of them: completely long or longer in the back.

The first one is more casual, expecially if realized in a strecht tissue, and you can easily wear it with a tshirt and sneakers to a day-outfit.

If the tissue of your skirt is thinner and colourful (in general it’s transparent and you have a sort of petticoat under it), then you have a more formal skirt and slippers with a blouse will be the perfect match.

Skirts longer on the back are usually more formal and it’s better to wear them with high heels to make your legs longer.

Trick: if your belt line isnt very slim, you don’t have to wear your tshirt inside the skirt or you will underline your belly! A soft tshirt will be the best.

 

IMG_0410 posteprof

IMG_0401 post

 IMG_0300 post

IMG_0312 post

Anche per quanto riguarda i maxi dress ne abbiamo per tutti i gusti! A seconda della fantasia, del colore e del tessuto infatti, gli abiti lunghi possono essere adattati sia per il giorno che per la sera.

Se avete un fisico a pera e non proprio in formissima, evitate gli abiti lunghi a casacca poichè, non avendo cuciture, evidenzieranno ogni vostra curva e potrebbero farvi sentire a disagio.

Meglio sarebbe evidenziare il punto vita così che i fianchi vengano ben nascosti e l’abito cada bene sulla vostra figura.

Sia i tacchi che le ballerine sono adattati con questi vestiti, ma nessuno vieta di indossare un comodo paio di sneakers per il giorno!

According to maxi dresses  there’s something to suit everybody’s fancy! According to the texture, to the colour and to the tissue, full dresses can be wore during the day or at night.

If you aren’t thin and fit you have better to avoid long tunic dresses because they will underline every curvies and it would make you feel uncomfortable.

It’d be better for you to underline the belt line so that you can cover the hips and the dress will perfectly fit your body.

Both slippers or high heels are perfect, and no one tell you not to wear a pair of sneakers!

 

IMG_0437 post

IMG_0358 fb

IMG_0328 post

 

Ma da dove proviene il culto dell’abito lungo?

Sicuramente le prime tracce risalgono all’antica grecia, dove si usava portare un lungo rettangolo di stoffa drappeggiato sul corpo, senza nessun tipo di cuciture. Esso veniva indossato sia da uomini che da donna in egual modo.  Nel corso degli anni rimase pressochè invariato: gli unici cambiamenti furono quelli riguardanti i tessuti ed i materiali utilizzati.  Il modo in cui essi venivano indossati era assai importante, poichè da esso era distinguere il diverso ceto sociale.

But wher’s the origin of the full dress?

Surely the first traces came from ancient greek, where they used to wear a long piece of tissue draped on the body without any kind of seam. Both women and men wore this. During the years it remained the same: only the tissues changed. The way they wore them was extremely important because from that you could distinguish the different social class.

Il successo della tunica perdura anche nel medioevo, dove le donne erano solite indossare abiti di lino generalmente di colori accesi come il rosso e il blu.

Ciò ovviamente perchè le donne non potevano assolutamente mostrare le caviglie, che era considerato oltraggioso e non pudico.

La tunica poteva essere  normale o composta (ossia da un corsetto aderente, una larga fascia che sottolineava la vita e una gonna lunga aperta su entrambi i fianchi). Lo scollo era generalmente ampio e le maniche lunghe e svasate.

The success of the tunic lasts also in the middle age, where women used to wear long linen dresses with stunning colours such as red and blue.

It was obviously so because women couldn’t  show their ankles, because it was considered offensive and not prudish.

The tunic could be normal or composed and the neck was generally large and the sleeves long.

 

Proseguendo con gli anni, passando dal rinascimento fino al 700 l’abito lungo cambia forma e si allontana dal modello che invece siamo abituati a vedere oggi.

Le gonne acquistano volume e forme stravaganti grazie ad una sottogonna di stecche che, oltre ad essere particolarmente scomoda,  dà strani volumi all’abito. Tutto ciò ad indicare il lustro e la ricchezza di una corte, che si poteva vedere attraverso i vestiti indossati.

In 1700 the full dress changed according to the classic model that we usually see nowadays.

The skirts grow and reach strange their structures thanks to a petticoat made by ribs. That indicates the fame and the prosperity that you could see through clothes.

 

L’abito lungo è da sempre associato alle occasioni speciali e alla sera. Le cose però cambiarono negli anni 20 quando Coco Chanel , cercando di dare indipendenza alla donna, le fa indossare non solo i tanto proibiti pantaloni maschili, bensì abiti corti.

Di lì a poco il corto, prima utilizzato solo durante il giorno, entra in scena anche per la sera, rimpiazzando i tanto eleganti abiti lunghi. Bisognerà aspettare gli anni 60 perchè questi tornino di moda.

The full dress is usually associated to special occasions and night. This changed in the 20s when Coco Chanel, trying to give indipendence to women, made her wear not only pants but also short skirts.

From that moment women started to wear short dresses not only in the morning but also by night. We have to wait til 60s to see our lovely full dresses again.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...