Dai pois al Puntinismo

Ciao!

Oggi abbiamo pensato di parlarvi del Puntinismo.
Soprattutto negli ultimi tempi, infatti, i pois sono tornati di moda: magliette, camicie, pantaloni (da Zara se ne possono trovare davvero tanti e bellissimi), o anche vestiti, come quello che potete vedere nelle foto, che Allegra ha scovato qualche tempo fa dalla Gap.

È di un materiale leggero ed è un abito molto versatile.
Può essere abbinato ad una camicia di jeans e un paio di sneakers, in modo da creare un outfit perfetto per andare in università.Oppure lo potete mettere insieme ad un paio di infradito e un cappello di paglia, pronte per andare in spiaggia.

In alternativa può essere indossato con dei tacchi alti e una pochette per un aperitivo o un appuntamento.

Hello!
Today we’re going to talk about Pointillism.
In fact, it has become a phenomenon quite popular nowadays: you can find a lot of t-shirts, shirts, trousers with pois (we found a lot of amazing pieces from Zara), but also dresses, like the one in these pictures that Allegra bought a while ago from Gap.

It is made by a very light material and it is very versatile.
You can wear it together with a jeans shirt and a pair of sneakers and I think it would be perfect for going to university.
Or you can put together with a pair of flip – flop and a straw hat so you would be ready to go to the seaside.
As an alternative you can match it to a pair of high heels and a clutch if you have a night out or a date.

IMG_0419 post

IMG_0426 post

IMG_0434 post

IMG_0437 post

 

Come dicevamo, questa fantasia è simile a una tecnica pittorica chiamata Puntinismo, dal francese Pointillisme.
Nasce intorno al 1885 ed è legata allo studio della luce, propria degli Impressionisti.

I pittori che usavano questa tecnica, infatti, accostavano colori complementari in modo da ottenere la massima luminosità e il loro scopo era applicare queste regole in modo che fosse la retina dell’osservatore a dover ricomporre tonalità e sfumature derivate dalla pittura “per punti”.

Il movimento trasse ispirazione dall’Impressionismo francese ma fu sviluppato sistematicamente e scientificamente da Seurat e Signac.

È, però, sicuramente Seurat l’artista più strettamente associato con questa corrente artistica.
La tecnica usata era molto particolare e implicava che gli artisti andassero a creare dei punti o dei piccoli trattini di colore puro con il pennello che da vicino sembravano non restituire nessun tipo di immagine, mentre da lontano creavano un bellissimo effetto di luminosità e davano forma al quadro.

Solitamente, in base alla regola dei colori complementari, venivano usati i colori primari (rosso, giallo, blu) e i rispettivi complementari (verde, viola, arancione). Il movimento parte, perciò, da una forte impostazione teorica.

I pittori puntinisti rappresentavano soprattutto paesaggi e scene di vita quotidiana, come si può infatti notare dal quadro che abbiamo scelto, sicuramente uno dei più famosi.
Stiamo parlando di “Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte” di Seurat.

As we were saying this print is quite similar to a pictorial technique called Pointillism, from the French word Pointillisme.

It was born in 1885 and it’s bound to a study of the light made by some impressionists.
The painters who were using this technique used to put together complement colors in order to get the highest brilliance.

Their purpose was to adopt these rules so the observer’s retina had to put together all the shades that came from this pictorial technique “by dots”.
This movement took inspiration from French Impressionism but it was developed by Seurat and Signac.

Surely Seurat was the most important of the two.
The technique that was used was very particular. Artists had to create dots or small dashes of pure color with a paint brush. If you look at them when you’re near it seems like it doesn’t have a meaning but if you distance yourself from the painting all the dots create an amazing effect of brilliance and they give a shape to what is painted.

Usually they used primary colors (red, yellow, blue) with their complementary colors (green, purple, orange). So this movement has a strong theoretical statement.

Puntinists used to paint landscapes and ordinary life scenarios.
An example is the painting we have chosen, surely one of the most known.
We’re talking about “A Sunday afternoon at the Grande-Jatte Isle” made by Seurat.

L’opera è ambientata in un isolotto sulla Senna, a Parigi, e il pittore ne fece molte bozze (addirittura 23!), recandosi lì soprattutto la mattina per avere condizioni di luce ideali.
Ottenne così una scena molto realistica, con una folla di parigini intenta a rilassarsi, mamme con bambini, figure vicino al lago, uomini intenti a riposarsi.

In tutto ciò non manca un tocco di satira: la donna in primo piano, vestita secondo la moda dell’epoca, con un cuscino ai fianchi e una scimmia al guinzaglio.
È interessante anche la figura della donna in secondo piano con la bambina che divide in due la tela.

I corpi delle figure inoltre non hanno definizioni nette, anzi appaiono eseguiti secondo le direttive del cono e del cilindro.

Il paesaggio rappresentato mantiene una visione romantica, impressa però con una tecnica anzitutto scientifica che caratterizza questa nuova fase di Neo-impressionismo.

Nonostante l’origine francese, il puntinismo ha trovato espressione anche in Germania e Belgio,soprattutto grazie al lavoro di H. Van de Velde e T. Van Rysselberghe.

In Italia, invece, i più conosciuti esponenti di tale corrente sono stati Previati, Segantini, Pellizza daVolpedo e D’Agostino che però appartengono al Divisionismo, un’altra corrente che ha avuto origine dal Pointillisme e che ha una tecnica che predilige pennellate più ampie rispetto la trama a punti del parallelo francese.

The painting is set in an island in Paris. Seurat made a lot of drafts (23!), going there in the morning in order to catch the best light conditions.
He obtained a very realistic scene, with a group of people who were relaxing on a Sunday afternoon, mothers with their children, figures near the lake.

It’s not even missing a bit of humour: in fact there is a well dressed woman with a pillow and a monkey.
It’s very interesting also the woman on the background with a child who divides into two parts the painting.
The bodies of the figures don’t have a high definition.

The landscape represented in this work keeps a romantic vision.
Even if it came from France, the Pointillism was developed also by Germany and Belgium, thanks to the work of H. Van de Velde and T. Van Rysselberghe.

In Italy the most known artists of this movement were Previati, Segantini, Pellizza da Volpedo and D’Agostino. But they belog to Divisionism, another movement that had its origin from Pointillism that has a technique based on wider brush stroke.

Un’altra opera che ci ha molto colpito è il Palazzo dei Papi ad Avignone di Signac, risalente al 1900.
Riconosciamo sulla parte sinistra il celebre ponte di Avignone, realizzato da Signac con alcune pennellate di tonalità verde, mentre i colori viola e rosa-arancio ci fanno pensare attraverso i loro toni ad alcune opere impressioniste, come per esempio quelle delle celebri Cattedrali di Monet. Signac ha voluto rappresentare in questa sua opera il paesaggio con il Palazzo dei Papi che troviamo ad Avignone.

Another work that struck us was “Palace of the Pope in Avignon” made by Signac in 1900.
We can recognise on the left side the famous bridge of Avignon, painted by Signac with green, while purple and pink – orange make us think about some impressionist works. Signac wanted to represent in this work the landscape with the Palace of the Pope that we find in Avignon.

IMG_0488

Guardate anche il nostro post sui kimono per vedere un esempio di divisionismo!

Have also a look at our post about kimonos to see an example of divisionism!

Annunci

2 thoughts on “Dai pois al Puntinismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...