Pirelli e H&M: la rivincita delle curve

L’argomento di questa settimana ci sta molto a cuore e sta scatenando molte controversie sul web.

Come molti di voi già sanno, il calendario Pirelli ha deciso per la primissima volta di ingaggiare una modella oversize: si tratta di Candice Huffine, modella 28enne americana, che poserà accanto alle più celebri top model.

Con i suoi 90 chili di bellezza e sensualità, è la prima modella curvy che prende parte al noto calendario.

Che dire, era ora! Non solo Candice è bellissima e posata, ma finalmente non incarna i soliti ideali di bellezza che spopolano da troppo nel settore.

Inoltre il suo corpo non viene affatto nascosto da veli e pantaloni lunghi, bensì messo in evidenza da costumi da bagno e lingerie.

The topic of the week is very important for us and a lot of people are talking about that on the Internet.

As a lot of you already know, for the very first time the Pirelli’s calendar decided to engage an oversize model: we’re talking about Candice Huffine, a 28 years old American model, who will work next to the most famous top model.

With her 90 kilos of beauty and sensuality, Candice is the first curvy model who has ever appeared on this calendar.

Moreover her body is not covered by jeans or veils but pointed out by bikinis and lingerie.

 

La svolta la compie anche il noto brand H&M, ingaggiando la modella Jennie Runk a posare per il photobook “Private Paradise”.
E non è nemmeno la prima volta per lei: già l’anno scorso aveva lavorato per lo stesso marchio apparendo non solo sul catalogo, bensì anche come foto di copertina.

Per il catalogo summer 2014, su uno sfondo tropicale,anche  Jennie non nasconde le sue bellissime curve indossando costumi interi o due pezzi dal taglio vintage, che ricorda molto le pin up anni 50.

Che sia una strategia di mercato? Ovviamente.

Che aiuterà a far parlare di sè? Senza dubbio.

Ma almeno il brand riceverà attenzioni per una cosa assolutamente positiva.

Dopo tutto non parliamo di sfilate d’alta moda con abiti talmente costosi che nessuno si potrebbe permettere ma parliamo di una catena di successo in tutto il mondo dove la maggior parte delle donne comprano.

Forse si sono accorti finalmente che le taglie 46 finiscono prima delle 38.

The revolution is also made by the famous brand H&M, that engaged the model Jennie Runk for his photobook called Private Paradise.

And this is not even the first time! The last year she worked for the same brand, appearing not only on the catalog but also as covergirl.

For the summer catalog, with a tropical scene on the background, also Jenni doesn’t cover her beautiful curvies. In fact she’s wearing vintage bikinis that remind us of pin-up girls.

Is this a market strategy? Obviously.

Will this make the brand more famous? Absolutely yes.

But we’re happy that H&M will have more success in a positive way.

After all we’re not talking about haute couture’s runways with such expensive clothes that no one could afford, but we’re talking about a popular brand all over the world in which a lot of women buy their clothes.

Maybe they finally noticed that the size 46 is more popular that the 38’s one.

 

 D’altronde basta tornare indietro di 50 anni per scoprire che era sempre stato così.

Basti pensare a Norma Jean Baker, meglio conosciuta come Marilyn Monroe.

Considerata da sempre l’icona di bellezza e femminilità, non ci pare proprio portasse una taglia 38.

Che dire poi delle Pin-up tanto in voga nel secolo scorso? Il termine deriva da pinned up, cioè attaccare, poichè i poster di queste ragazze venivano attaccati sui muri.

Famose per le loro pose sexy e per le loro curve mozzafiato, incarnavo l’ideale di bellezza a cui ambivano tutte le donne.

Ed in quel caso, forse, sarebbe bastato comprarsi un bel costume sexy, anzichè, come troppe ragazze al giorno d’oggi, mettersi a dieta fino ad arrivare all’anoressia.

After all we only have to look back to the 50’s to discover that it wasn’t always the same.

We only have to think about Norma Jean Baker, better known as Marilyn Monroe.

She has been always considered the most beautiful woman ever, and we can bet she didn’t have size 38.

What more can we say about Pin-up girls? The word came from pinned up, because the posters were supposed to be pinned up on walls.

They were famous for their sexy poses and for their amazing curvies and a lot of women would like to be just like them.

And maybe in that case they just needed to buy a sexy bikini and not go on a diet reaching anorexia.

 

Passiamo poi alla storia dell’arte.

Fa molto riflettere il fatto che  i pittori vedessero nella donna procace l’incarnazione della donna perfetta: una bellezza idealizzata ed eterea, associata anche a muse e dee.

Passando da Tiziano a Botticelli per finire poi con Klimt, le donne da loro raffigurate sono longilinee e bellissime.

Let’s talk about art history.

It makes us think that the painters saw the curvy woman as the perfect woman: an idealised beauty associated also to goddess and muses.

From Tiziano to Botticelli and Klimt, the ladies painted are long-limbed and beautiful.

Nascita della Venere, Sandro Botticelli

Venere di Urbino, Tiziano

Danae, Klimt

 

L’apice viene toccato da Fernando Botero, pittore e scultore colombiano divenuto famoso proprio grazie alle sue rappresentazioni del corpo femminile.

L’artista desidera trasformare la realtà in arte per mezzo della deformazione e dell’alterazione, ottenendo così una realtà fiabesca e cercando di creare un nuovo canone di bellezza.

The top is reached by Fernando Botero, a Columbia artist famous for his rappresentation of the female body.

The painter wants to transform the reality in art thanks to deformation and alteration, reaching a fairy reality and trying to create a new standard of beauty.

 

Speriamo quindi che queste campagne pubblicitarie aiutino a far sentire tutte le donne sicure di loro stesse e del loro corpo e non le spingano a faticare per rispettare gli standard di bellezza che la società impone.

So we hope that these facts will help women making themselves more self-confident with their bodies, not making them fight to respect the standards of beauty that the society decided.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...